BIM e MEP: soluzioni per impianti

Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookPin on PinterestEmail this to someonePrint this page

Il BIM è un efficace metodo per:

– avere innovazione, risultati, economie
– riduzione dei tempi e dei costi di progettazione integrata, sviluppo e cantiere
– gestione univoca e centralizzata di computi e calcoli, modelli, varianti, us-built

La centralità del modello consente di gestire molte attività progettuali collegate alla parte MEP, per integrare professionisti diversi, mestieri e risultati differenti.

bim-mep-schema2

Spaziando quindi dal concept al progetto esecutivo, alla realizzazione dell'opera fino alla gestione più complessa, il modello BIM consente una governance completa (ed allo stesso tempo ampia) di ogni aspetto progettuale e gestionale del sistema edificio-impianto.

Grande attenzione viene sollevata per l'aspetto energy, che nel campo BIM viene studiato sotto diversi punti di vista.

Queste semplici indicazioni riportano in sintesi il vero cambio di generazione, dal mondo CAD tradizionale al mondo BIM innovativo, sia in termini di metodo che di strumenti (software).
Le applicazioni impiantistiche note anche come MEP (Mecanichal, Electrical, Plumbing) per ogni utenza, vedono una moltitudine di vantaggi, oggi demandati ad una professionalità frammentata tra diversi personaggi nel settore AEC (architecture and construction).

La gestione centralizzata del modello, sia architettonico che MEP, consente di :
– gestire un coordinamento omogeneo interdisciplinare
interpellarne l'intelligenza del modello, dal suo più piccolo componente ai macro elementi (dalla valvola al circuito)
ottenere tutti i dati alfanumerici, necessari per l'attività di progetto
– sviluppare e disporre attività di direzione lavori, verifica e controllo

Share on LinkedInTweet about this on TwitterShare on Google+Share on FacebookPin on PinterestEmail this to someonePrint this page